Cerca

Comune di Pavia: siglata la preintesa del contratto integrativo

Un decentrato frutto del rinnovo, tanto atteso, del contratto nazionale. Soddisfatta la Fp Cgil Pavia che vigilerà sulla sua applicazione e sulle questioni ancora aperte
27 mar. – Manca solo la firma definitiva e poi al Comune di Pavia sarà in vigore il nuovo contratto integrativo. L’assemblea dei lavoratori ha approvato la pre-intesa siglata unitariamente da Cgil, Cisl, Uil delle funzioni pubbliche. “Abbiamo firmato in tempi ragionevolmente brevi, applicando il contratto nazionale dopo 10 anni di attesa del rinnovo”, sottolinea la segretaria generale Fp Cgil Pavia Annamaria Galantucci. “Finalmente abbiamo fatto contrattazione vera, normando a livello decentrato tutti gli istituti del contratto nazionale”. I dipendenti comunali coinvolti sono 560. Riceveranno una buona produttività ed è garantita l’indennità alla polizia locale e agli operai. “La questione che resta aperta è quella dell’articolazione oraria su 5 giorni”, dice Galantucci. “Abbiamo stabilito 6 mesi di tempo per riorganizzare gli orari di chi lavora negli uffici anagrafe, tributi, protocollo. Questi uffici sono sempre stati aperti anche di sabato, con turni organizzati su 6 giorni, ora bisogna adeguare alle nuove norme stabilite dal contratto nazionale. Abbiamo chiesto, oltre alla rimodulazione efficace degli orari, anche nuove assunzioni”. La Fp Cgil Pavia è pronta a vigilare sulla corretta applicazione del nuovo contratto. (aa)
angela.amarante | 27 marzo 2019, 10:02
< Torna indietro