Cerca

PENSIONAMENTI OBBLIGATI IN REGIONE LOMBARDIA: LUNEDÌ 18 FEBBRAIO LAVORATRICI E LAVORATORI IN PRESIDIO-ASSEMBLEA .

15.02.2013 - Comunicato stampa Funzione Pubblica CGIL Lombardia
Per lunedì prossimo, 18 febbraio, dalle ore 12.30 alle ore 14.30, a Milano, davanti al nuovo Pirellone (Piazza Città di Lombardia, Via Melchiorre Gioia – di fronte al Nucleo 4), la Funzione Pubblica CGIL Lombardia organizza un presidio-assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori della Giunta Regionale.
 
Si protesta e si discute sulla situazione delle pensioni anticipate e obbligate per 56 lavoratori decise da Regione Lombardia (articolo 4 della Legge Regionale di Bilancio 2013) anche se una parte di loro ha meno di 40 anni di servizio – finanche 29 anni di contributi – e meno di 65 anni d’età.
 
La Funzione Pubblica CGIL Lombardia, in collaborazione con l’Ufficio vertenze della CGIL di Milano, ha iniziato intanto la via dei ricorsi legali.
 
Inaccettabile la decisione di Regione Lombardia, tra l’altro impelagata in un via vai di scandali, malaffare e illegalità. Questi pensionamenti sono di fatto dei licenziamenti, laddove viceversa sono state assunte 9 persone (dipendenti da altre amministrazioni ma attualmente in comando presso Regione) – afferma Mavì Gardella, Segretaria della Funzione Pubblica CGIL Lombardia –. Noi facciamo e faremo la nostra parte, altresì auspicando in un prossimo vero cambio di rotta al governo regionale”.
 
Milano, 15 febbraio 2013
tiziana.altea | 15 febbraio 2013, 14:50
< Torna indietro