Cerca

Comune di Cremona / La Rsu chiede la mappatura dei servizi

Salami (Fp Cgil): il calo del personale sta producendo situazioni allarmanti, meno lavoratori meno servizi
30 ott. – “Le grandi disparità di trattamento economico devono a nostro avviso essere molto oculate e giustificate, derivate da quella mappatura di servizi (da cui i carichi di lavoro e le responsabilità) di cui invece non vediamo mai l’avvio”. Questo è un passaggio della lettera che Giorgio Salami, Rsu del Comune di Cremona, ha indirizzato il 22 ottobre scorso all’amministrazione.
Cosa sta succedendo? “Il calo del personale per i pensionamenti, inclusi quelli con quota 100, sta producendo situazioni allarmanti, la mappatura è ormai indispensabile per la gestione dell'ente – risponde il delegato della Fp Cgil -. Purtroppo non è uno slogan affermare che meno personale significa avere meno servizi per i cittadini, ormai è una situazione più che attuale”. Ad esempio? “L'ufficio immigrazioni aveva due addetti: entrambi dal 1° novembre sono in pensione. Nei servizi all’infanzia l’assenza delle maestre non viene coperta da supplenti ma spesso da altre maestre magari di un’altra scuola, se non di un’altra sezione”.
A cosa ti riferisci quando scrivi di disparità trattamentali sul piano economico? “All'annosa questione delle specifiche responsabilità: un premio, questo, che deve essere reso più oggettivo, ma soprattutto occorre verificare se la platea dei destinatari non sia più ampia. Il miglioramento dei servizi non è più un indicatore valido, con l'aumento dei carichi di lavoro dovuto alla diminuzione del personale. Tutte le lavoratrici e i lavoratori hanno diritto a veder riconosciuto il proprio lavoro in modo equo rispetto alle risorse disponibili – aggiunge Salami -, e anche in questo senso, con il Comitato unico di garanzia, decliniamo l’esigenza di pari opportunità. Sul piano delle relazioni sindacali ribadiamo l’esigenza della trasparenza, soprattutto preventiva, utile a quel benessere organizzativo da cui tutta l’amministrazione potrà trarre beneficio. Questa è e sarà – temo – una battaglia di lungo corso ma non desisteremo” chiude Salami.
tiziana.altea | 30 ottobre 2019, 18:22
< Torna indietro