Cerca

Ex Astem di Lodi (Linea Gestioni) / Evviva il contratto dell’igiene ambientale

Si chiude in modo positivo la trattativa per il corretto ccnl di riferimento di 88 lavoratori
1 ott. – “I lavoratori, in assemblea giovedì scorso, non solo hanno votato all’unanimità per l’accordo ma lo hanno anche applaudito”. Francesca Di Bella, segretaria generale Fp Cgil Lodi, è pienamente soddisfatta per l’accordo siglato il 25 settembre sul cambio di contratto per gli 88 dipendenti della ex Astem, oggi Linea Gestioni. Proprio da oggi, 1° ottobre, questi lavoratori saranno inquadrati con il ccnl dell’igiene ambientale pubblica (Utilitalia) invece che con il ccnl gas-acqua. “Sono vent’anni che chiediamo l’adeguamento contrattuale per questi operatori che hanno sempre avuto un contratto economicamente più svantaggioso – racconta la sindacalista - . E ciò è diventato ancora più stridente quando Linea Gestioni ha assunto personale con il contratto dell’igiene ambientale. Nella stessa azienda e per la stessa mansione i lavoratori avevano stipendi differenti”. Il tavolo tecnico è andato avanti per circa un anno, con i tentativi della società del Gruppo LGH a tirarla per le lunghe. Ma ora i lavoratori si ritroveranno in busta, di media, circa 150 euro mensili in più. “Il risultato è significativo – e qui colgo l’occasione per ringraziare i compagni della Filctem Cgil che hanno lavorato senza esitazioni per garantire questo passaggio - anche a un livello più generale, visto che viceversa nel lodigiano assistiamo, su ogni appalto, a continui tentativi di scalzare il contratto dell’igiene ambientale per sostituirlo con quello più al ribasso di Multiservizi. Anche per quanto riguarda il ccnl IA privata Fise, con i tentativi, ad esempio, della Sangalli di disapplicarlo. Così rinsaldare e difendere, invece, il giusto contratto, con migliori salari e più ampie tutele, è un importante deterrente” chiude Di Bella.
tiziana.altea | 01 ottobre 2018, 09:09
< Torna indietro