25 Jan 2022
HomeUfficio StampaGiustizia: 28 giugno sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori

Giustizia: 28 giugno sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori

27.6.2019 – Presidi e incontri in Prefettura anche in Lombardia. Comunicato stampa FP CGIL – CISL FP – UIL PA Lombardia

Domani, 28 giugno, le lavoratrici e i lavoratori dell’amministrazione giudiziaria sciopereranno in tutto il Paese per le gravissime carenze di personale che porteranno entro il 2021 a un vuoto di organico e per la mancata valorizzazione del personale.
 
Anche in tutta la Lombardia si terranno presidi e incontri con i Prefetti, insieme a Fp Cgil Cisl Fp e Uil Pa.
 
‘Giustizia Anno Zero’ è lo slogan scelto per la giornata di protesta. Le pesantissime carenze di organico saranno aggravate nel triennio 2019/2021 dai pensionamenti, anche grazie a ‘quota 100’. Serve urgentemente un piano dei fabbisogni.
 
Il Ministro sinora ha disatteso gli impegni presi con l’accordo del 26 aprile 2017. La riqualificazione del personale, il passaggio degli ausiliari in seconda area, i passaggi giuridici all’interno delle aree, la pubblicazione di bandi per informatici, contabili e linguisti.
Chiediamo corrette relazioni sindacali. Chiediamo al Ministro si smuoversi dall’inerzia per cui, sul Fua (fondo unico di amministrazione) 2018-2019 i dipendeti saranno pagati con notevole ritardo.
 
La Giustizia è in gravissimo stato di degrado. Le lavoratrici e i lavoratori, con le loro rappresentanze, rivendicano il diritto di avere diritti e la qualità di un servizio pubblico basilare per il Paese.
Basta con le riforme, occorrono: risorse, riqualificazione, assunzioni.
 
Milano, 27 giugno 2019