3 Dec 2021
HomeMonza BrianzaAsst Vimercate / Firmato l’integrativo, parte economica

Asst Vimercate / Firmato l’integrativo, parte economica

Goldonetto (Fp Cgil Monza Brianza): migliorate le previsioni del contratto nazionale

3 ott. – “È stata una buona trattativa, anche se a tratti, specie negli ultimi incontri, abbastanza sofferta per trovare la quadra tra tutte la parti. Ma abbiamo portato a casa delle condizioni economiche migliorative rispetto al contratto nazionale, l’accordo raggiunto è assolutamente positivo”. Così Tania Goldonetto, segretaria generale Fp Cgil Monza Brianza, sull’accordo economico del contratto integrativo con l’Asst Vimercate siglato ieri.

Quali sono queste migliorie? “L’indennità di pronta disponibilità è stata portata da 20,66 euro a 23,14 e l’indennità di lavoro notturno da 2,74 euro a 3,06. Significa un incremento per entrambe del 12% a partire dal 1° gennaio 2020 – risponde la dirigente sindacale -. Va pure sottolineato che sul notturno abbiamo chiesto di aggiungere risorse, altrimenti il personale somministrato sarebbe stato escluso dall’accordo. L’azienda aveva un metro di misura più restrittivo mentre per noi lavoratrici e lavoratori somministrati hanno pari diritti degli altri assunti. Abbiamo ottenuto anche di destinare oltre 400mila euro alle fasce, a decorrere dal 1° gennaio 2019, per chi ne ha i requisiti – aggiunge -. E poi, per compensare l’attività svolta – con l’adeguamento dei nuovi codici triage – nei pronto soccorso di Vimercate e Carate Brianza, abbiamo ottenuto un progetto di tre anni, finanziato con 52mila euro ogni anno, per il personale infermieristico”. Goldonetto aggiunge che 60mila euro sono stati destinati alle indennità di funzione e coordinamento, sottolineando che, a differenza di quanto prevede il contratto della sanità pubblica, “sui criteri di conferimento, revoca, determinazione dell’indennità di funzione abbiamo impegnato l’azienda – con tanto di verbale – a ottenere un accordo sindacale e non solo il confronto”.

Ci sono altri punti importanti? “Sì, verrà riconosciuta l’indennità relativa a chi nell’arco del mese fa due mattini, due pomeriggi e due notti. Per i lavoratori della Asst di Vimercate è molto importante, l’azienda dava una interpretazione molto restrittiva che avrebbe creato un danno economico a chi percepisce quell’indennità. Molti lavoratori ne sarebbero stati esclusi. Ora manca da affrontare tutta la partita relativa all’orario e all’organizzazione del lavoro, ma questa è fatta”.