12 Aug 2022
HomePubblicazioneProtocollo d’intesa con Città Metropolitana di Milano

Protocollo d’intesa con Città Metropolitana di Milano

Bonfanti (Fp Cgil): “abbiamo contribuito a rilanciare servizi e ruolo strategico dell’ente, inseme alla valorizzazione del personale”

30 ott. – Siglato, nei giorni scorsi, un protocollo di intesa con Città Metropolitana di Milano, per la salvaguardia e la valorizzazione del personale e dei servizi. L’ente di area vasta, dopo la riforma Delrio, fatica a trovare una sua identità istituzionale, come spiega Alexandra Bonfanti della Fp Cgil, tra le funzioni delegate da Regione Lombardia (vigilanza ittico-venatoria, protezione civile, politiche del lavoro), le poche funzioni fondamentali che le sono rimaste in capo (strade, viabilità e sicurezza, polizia metropolitana, centri scolastici, settore Istituzione Idroscalo) e i molti vincoli della legge Delrio (56/2014). “Abbiamo tenuto prima diversi tavoli tecnici con i dirigenti e poi un tavolo negoziale dove abbiamo sottoscritto questa ipotesi. Il confronto è dunque stato ampio, per rilanciare il ruolo di Città Metropolitana e del personale, 924 lavoratrici e lavoratori” racconta la segretaria della categoria milanese.

Quali sono i punti centrali dell’intesa? “Potenziamento degli organici nel biennio 2019-2020, con  bando per 63 nuove assunzioni fatto entro fine di quest’anno. Formazione, strumentazione, flusso informativo costante alla Rsu e alle organizzazioni sindacali – risponde Bonfanti -. Abbiamo, così, anche noi contribuito a rilanciare i servizi e il ruolo strategico dell’ente per lo sviluppo economico-produttivo e sociale del territorio, pur nella confusione istituzionale che ancora lo governa. E questo rilancio va di pari passo alla necessaria valorizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori che erogano i servizi”.