28 Nov 2021
HomePubblicazione“Luci in sala! Sempre dalla parte degli artisti. La tutela della cultura attraverso i suoi operatori”

“Luci in sala! Sempre dalla parte degli artisti. La tutela della cultura attraverso i suoi operatori”

Iniziativa Slc Cgil Milano e Lombardia – Fp Cgil Lombardia, lunedì 2 dicembre a Milano, presso la Sala Café Rouge del Teatro Parenti

29 nov. – Lunedì 2 dicembre, dalle ore 9.30 alle 14.30, al Teatro Franco Parenti di Milano (Via Pier Lombardo 14) si terrà l’iniziativa “Luci in sala! Sempre dalla parte degli artisti. La tutela della cultura attraverso i suoi operatori”. Ad organizzarla le categorie della Cgil della Slc Milano e Lombardia e della Fp Lombardia.

“L’iniziativa nasce dall’esigenza di dare risposte a lavoratrici e lavoratori che vivono la precarietà e la discontinuità nel loro ambito professionale e di pungolare il ruolo dell’Inps ai fini della loro tutela previdenziale” spiega Antonella Trevisani coordinatrice Fp Cgil che, insieme a Elisa Rebecchi, segretaria Slc Cgil Milano, modererà il convegno di lunedì.

Quali sono gli strumenti per fare tutela previdenziale? “Con l’evoluzione del mondo del lavoro emergono nuove figure e vanno determinate. A lavoratrici e lavoratori dello spettacolo si applica una norma speciale e ora occorre un intervento legislativo per individuare le categorie rientranti nella previdenza ex Enpals [l’ente accorpato all’Inps e che seguiva appunto i lavoratori dello spettacolo – ndr]. Poi bisogna rafforzare il lavoro di assistenza, supporto e consulenza. Ma anche – continua Trevisani –  controllare la regolarità contributiva, in quanto un non corretto inquadramento di questi lavoratori costituisce un pregiudizio previdenziale”.

Cosa può fare il sindacato? “Intanto ribadire, come rappresentanti della Funzione Pubblica, e quindi dei lavoratori che operano all’Inps, che permangono le criticità dell’integrazione dell’ex Enpals. Una decisione portata avanti in modo unilaterale dall’Inps e che ha causato la dispersione delle professionalità, con ricadute sui servizi e gli assicurati – risponde Trevisani -. Noi chiediamo che all’interno dell’Inps sia ripristinato il livello della qualità del servizio che prima veniva garantito dall’Enpals. Un beneficio che avrà un effetto bilaterale: per gli operatori dell’ente e per i lavoratori dello spettacolo”.

Il 2 dicembre ad aprire i lavori sarà Francesco Aufieri, segretario generale Slc Cgil Milano. Sono previsti gli interventi di: Emanuela Bizi, segretaria Slc Cgil nazionale; Elena Lattuada, segretaria generale Cgil Lombardia; Alessandra Carbonaro, Commissione Cultura Camera dei Deputati; Roberto Rampi, senatore della Repubblica; Matteo Ariano, Fp Cgil Nazionale; Massimo Bonini, segretario generale Cgil Milano; Carlotta Viscovo, coordinatrice nazionale attori Slc Cgil; Ferdinando Montaldi, dirigente direzione generale Inps; Fiorenzo Grassi, Agis Lombardia.