30 Nov 2021
HomeLeccoIstituto Medea di Bosisio Parini: allarme medici

Istituto Medea di Bosisio Parini: allarme medici

La Fp Cgil Lecco, con il segretario Tramparulo, ha chiesto un incontro all’associazione La Nostra Famiglia che gestisce l’Irccs. “Le professionalità vanno rimesse al centro per garantire la continuità di servizi d’eccellenza”

11 dic. – Rimettere al centro la professionalità. È quanto chiede la Fp Cgil di Lecco in rappresentanza dei medici dell’Irccs Eugenio Medea di Bosisio Parini, istituto privato di ricovero e cura a carattere scientifico che fa capo all’associazione La Nostra Famiglia. “Nella struttura di Bosisio, che è un’eccellenza a livello nazionale nel settore della riabilitazione, ci sono una quarantina di medici che, nonostante l’alta specializzazione, non sono adeguatamente valorizzati, oltre a lamentare diverse altre criticità” sostiene Lello Tramparulo, segretario generale della categoria sindacale territoriale. Per questo avete chiesto un confronto all’associazione? “Sì. Se non possiamo intervenire, al nostro livello, sul blocco del contratto nazionale che dura, per i medici privati, da 14 anni, possiamo però farlo sulle partite aziendali. Ci sono carichi di lavoro da rivedere, carenze di personale da colmare, risorse da investire e strategie trattenere e attrarre medici al Medea, se vogliamo che questo istituto mantenga la qualità dei servizi erogati”.