25 Jan 2022
HomeMonza BrianzaOffertasociale : verso lo stato di agitazione?

Offertasociale : verso lo stato di agitazione?

Rsu e Fp Cgil Monza Brianza hanno scritto all’azienda speciale che gestisce i servizi sociali per il territorio vimercatese e che intende applicare il contratto Uneba ai prossimi nuovi assunti

13 dic. – Levata di scudi della Rsu e della Fp Cgil Monza Brianza nei confronti di Offertasociale. L’azienda speciale che gestisce i servizi sociali per il territorio vimercatese, lo scorso 28 novembre, con atto unilaterale, ha pubblicato i nuovi avvisi per la selezione di personale riferendosi al contratto nazionale Uneba.

“Quegli avvisi vanno o ritirati o modificati con il giusto contratto di riferimento per il personale, quello delle Funzioni Locali. Se l’azienda, entro cinque giorni dal ricevimento della lettera che le abbiamo indirizzato, non darà risposte indiremo lo stato di agitazione”. Simone Cereda, segretario Fp Cgil Monza Brianza, spiega che in Offertasociale tra educatori, assistenti sociali e altre figure lavorano una sessantina di persone. “Applicare il contratto Uneba ai nuovi assunti significherà generare disparità di trattamento e questo è per noi inaccettabile. Chiediamo anche all’azienda di definire quanto prima le prospettive occupazionali del personale a tempo determinato. Il lavoro è una cosa seria, come i diritti. Le persone vanno rispettate, sempre”.