Seguici
18 Ottobre 2021 - 17:07
HomePubblicazioneNidi lombardi / Osservatorio Cgil: la delibera va cambiata, vogliamo il servizio integrato 0-6

Nidi lombardi / Osservatorio Cgil: la delibera va cambiata, vogliamo il servizio integrato 0-6

Dell’Osservatorio regionale della Cgil Lombardia sui nidi fanno parte le categorie Fp e Flc. Domani Regione torna a discutere, in Commissione, sulla Dgr 2662

11 feb. – Il 26 febbraio il Consiglio Regionale deciderà in merito alla delibera sugli asili nido, di cui ha sospeso l’approvazione dopo la mobilitazione sindacale e delle famiglie culminata nel presidio sotto il Pirellone lo scorso 28 gennaio. “I nidi in Lombardia hanno bisogno di un potenziamento numerico perché la popolazione di bambini raggiunta è ancora troppo bassa: 3 bambini su 4 non riescono ad essere inseriti in un segmento dell’offerta educativa essenziale per le loro opportunità successive. È infatti cruciale sostenere i bisogni educativi dei bambini fin dalla prima infanzia, per ridurre i rischi dell’insuccesso formativo, della povertà educativa, della marginalizzazione sociale” afferma la Cgil Lombardia con le categorie della funzione pubblica e della scuola.

Domani della Dgr 2662/2019 si discuterà in Commissione consiliare e il sindacato, attraverso il suo Osservatorio regionale, spiega cosa non va: “I requisiti proposti peggiorano la qualità dell’offerta, perché allentano il rapporto numerico fra educatori e bambini, introducono in tutte le strutture figure prive di qualunque competenza educativa che hanno il solo vantaggio di essere a costo zero, aumentano l’orario di lavoro annuale oltre i limiti definiti dai contratti di lavoro. Il difetto di fondo della delibera sta in una visione tradizionale dei nidi, che non collega in un percorso unitario l’offerta di nidi con quella della scuola dell’infanzia, elaborata da due assessorati che lavorano nell’ottica della prestazione sociale e non dell’offerta educativa e di istruzione”.

“L’Osservatorio regionale fa fronte comune per contrastare la delibera e i suoi effetti e coglie l’occasione per chiedere a una sola voce una accelerazione rispetto all’avvio del sistema integrato 0-6 anni – sostiene Lucilla Pirovano della Fp Cgil Lombardia -. Questa è una riforma in cui crediamo molto ed è la vera risposta innovativa per le bambine e i bambini, come già previsto nella normativa nazionale”.