3 Dec 2021
HomeCampagne - HomeMessa in mora dei Medici di CA / Cgil apre une vertenza contro Regione Lombardia

Messa in mora dei Medici di CA / Cgil apre une vertenza contro Regione Lombardia

Fp Cgil Medici e Fp Cgil Lombardia al fianco di iscritte e iscritti, che troveranno sostegno legale gratuito contro la richiesta di rimborso fatta dall’amministrazione regionale. Barbieri (Fp Cgil MMG): situazione assurda.

15 ott. – Fp Cgil Medici e Fp Cgil Lombardia aprono una vertenza contro Regione Lombardia, che chiede di restituire 1 euro per ogni ora di lavoro ai medici che hanno operato nel servizio di continuità assistenziale dal 2007 al 2018. In media 15mila euro a medico, con punte oltre i 20mila per chi ha lavorato di più. I medici di CA, cioè le ex guardie mediche, sono quelli che intervengono negli orari di chiusura dei medici e pediatri di famiglia. “La situazione ha dell’assurdo” commenta Giorgio Barbieri, responsabile Fp Cgil Medici di Medicina Generale e portavoce di questa vertenza legale.

Come si è arrivati a questa situazione? “Nel 2007 Regione, per risparmiare e semplificare il giro dei rimborsi, chiese ai MCA di visitare tutti senza oneri, inserendo questa modifica nell’accordo integrativo regionale per la medicina generale. Conseguentemente, ai medici di CA venne inibito fatturare le prestazioni extra-contrattuali in cambio di un rimborso a forfait di 1 euro all’ora, versato direttamente sul conto corrente – racconta Barbieri -.

Nel 2018, dopo una segnalazione da parte della Guardia di Finanza, la Corte dei Conti ha aperto un contenzioso con Regione, ipotizzando un danno erariale. La paga dei medici CA è fissata per legge e quell’euro in più rappresenterebbe un illecito amministrativo che adesso Regione scarica su noi medici”.

Quindi? “Noi abbiamo lavorato alle condizioni imposte, pertanto il compenso era dovuto. Peraltro ci è stato dato meno di quanto avremmo preso col sistema precedente. Se la forma di pagamento era scorretta, risarcisca chi ha sbagliato – risponde Barbieri -. Per questo facciamo partire questa vertenza, gratuita per iscritte e iscritti Cgil. Il nostro studio legale ha già predisposto le lettere di diffida per Regione Lombardia e per ogni Ats”.

I medici CA coinvolti sono circa 800. Cosa possono fare? “Contattarmi! Via mail (giorgio.barbieri@cgil.lombardia.it) o su whatsapp (al 392.1577413). Darò loro ogni informazione”.