30 Nov 2021
HomeMonza BrianzaFate subito!

Fate subito!

Appello della segretaria generale Fp Cgil Monza e Brianza Goldonetto: “Le lavoratrici e i lavoratori della sanità sono stanchi, sono allo stremo delle forze e si stanno ammalando, non solo a causa del Covid. Cari Amministratori dovete intervenire immediatamente e con estrema urgenza. Assumere personale negli ospedali doveva essere la priorità assoluta già da tempo”

9 nov. – Dagli applausi per loro da finestre e balconi paiono passati anni invece che qualche mese. Ma è già stato più volte segnalato, le lavoratrici e i lavoratori della sanità, in questo 2020 segnato dalla pandemia, non vogliono essere chiamati eroi né angeli. Sul tema ritorna oggi, con un post su Facebook, la segretaria generale della Fp Cgil Monza e Brianza Tania Goldonetto, sempre più preoccupata per il trend di contagi nella sua provincia. È una “malsana illusione” pensare che gli operatori sanitari abbiano qualche “super potere”. Hanno invece fatto una scelta precisa: “dedicare la loro vita ad un lavoro che li impegna ad occuparsi degli altri. Della loro salute. Sono uomini e donne, in carne ed ossa che oggi chiedono aiuto e sostegno a tutti noi. I lavoratori degli ospedali hanno le ferie e i permessi bloccati, non possono uscire di casa e devono solo lavorare, non possono vivere. Non possono riposare. Indossare la mascherina e rispettare le regole non toglie la libertà a voi, la toglie a loro. Chiaro???” s’impunta la sindacalista, continuando a rivolgersi a cittadine e cittadini, ma anche a politica e istituzioni. “Da tempo la Cgil denuncia problemi importanti nel nostro Sistema Sanitario. Lo abbiamo denunciato a tutti voi con una manifestazione cittadina il 28 settembre dello scorso anno e lo abbiamo denunciato a voi Politici e Amministratori con uno sciopero del settore il 4 ottobre 2019. Un anno fa abbiamo chiesto assunzioni negli ospedali e il rafforzamento del tessuto sanitario territoriale. E lo abbiamo rifatto quest’anno e continueremo a farlo”.

L’ostinazione del sindacato è determinata dalla pervicace sottovalutazione degli allarmi lanciati e così la seconda ondata pandemica si sta rivelando anche peggiore della prima. “Le lavoratrici e i lavoratori della sanità sono stanchi, sono allo stremo delle forze e si stanno ammalando, non solo a causa del Covid. Cari Amministratori dovete intervenire immediatamente e con estrema urgenza – fa appello Goldonetto – . Assumere personale negli ospedali doveva essere la priorità assoluta già da tempo, invece state portando via lavoratori dai territori, pieni di malati Covid, per farli lavorare nel mega ospedale in Fiera [si riferisce all’hub Covid della Fiera di Milano – ndr] che, ve lo dico in tutta onestà, non ci sta affatto aiutando”.

Le carenze di organico sono un vulnus trasversale al sistema, insieme alla mancata stabilizzazione del personale precario. Chi lavora lo fa stringendo i denti ma cominciando a “perdere la speranza”. E la situazione si fa sempre più grave: “In Brianza abbiamo tanti di quei contagi che i laboratori di analisi non riescono più a processare i tamponi che arrivano. In Brianza i reparti sono pieni e non sappiamo più dove smistare le persone infette e ammalate. Stiamo aspettiamo da tempo l’arrivo dei vaccini [anti influenzali – ndr], anche per gli operatori sanitari, non solo per anziani e soggetti fragili. Dove sono?? Come pensate di continuare a gestire la situazione in questo modo?” chiede la segretaria Fp Cgil. (ta)