29 Nov 2021
HomeBergamoOspedali di Treviglio e Romano / Fp Cgil Bergamo sospende lo stato di agitazione dei medici

Ospedali di Treviglio e Romano / Fp Cgil Bergamo sospende lo stato di agitazione dei medici

Il segretario generale della categoria Rossi: bene i 7 medici in arrivo ma il punto restano le assunzioni in pronto soccorso. Zecca (Fp Cgil Medici Lombardia): i buchi in organico vanno colmati con tempismo

9 nov. – È solo sospeso lo stato di agitazione che la Fp Cgil Bergamo ha indetto lo scorso 30 ottobre per i medici degli ospedali di Treviglio e Romano. “Con favore accogliamo la notizia dei nuovi medici che prendono servizio, ma il punto è che si proceda ad assunzioni specifiche per il Pronto Soccorso. In questa fase estremamente delicata, abbiamo anche proposto soluzioni come quella di bandire nuovamente avvisi pubblici per prestazioni libero-professionali, prevedendo compensi in linea con altri ospedali, oppure una soluzione che contempli il ricorso allo strumento di appalti d’emergenza a supporto, solo in questa fase, del personale interno” ha dichiarato il segretario generale della categoria orobica Roberto Rossi dopo il video tavolo con Prefettura e Asst Bergamo Ovest.

“Il direttore della Asst, Peter Assembergs, ci ha comunicato che i medici in arrivo sono 7. Le carenze di queste lavoratrici e lavoratori nei presidi di Treviglio e Romano si fanno sentire e oggi sono aggravate per le assenze di quanti vengono contagiati dal Covid – afferma Bruno Zecca, segretario Fp Cgil Medici Lombardia che ha partecipato all’incontro del 6 novembre -. A prescindere dall’organizzazione delle due strutture, i buchi in organico vanno colmati con tempismo e avendo previsione del gap di personale tra pensionamenti e altre uscite. Bisogna avere il polso della situazione, pandemia o meno”.

Rossi ricorda che “la coperta è corta da quando si è chiuso l’appalto con una cooperativa che forniva medici ai pronto soccorso degli ospedali di Treviglio e Romano di Lombardia. L’Asst Bergamo Ovest ha reinternalizzato il servizio e giostrato un po’ di medici di Treviglio tra i due pronto soccorso, sguarnendo così Treviglio che era già in sofferenza. Altro tema – aggiunge il sindacalista – è far uso di guardie inter-divisionali, con personale medico affine e non equipollente, abbassando di fatto la qualità del servizio reso ai pazienti”.