Seguici
26 Settembre 2021 - 12:36
HomePubblicazioneServizi 0-6 / Sindacati chiedono un incontro a Regione Lombardia

Servizi 0-6 / Sindacati chiedono un incontro a Regione Lombardia

Dopo la fumata nera al tavolo con l’Ufficio Scolastico Regionale, le categorie della funzione pubblica e della scuola rilanciano passando il pallino ai rispettivi confederali. Pirovano (Fp Cgil): puntiamo anche a un vademecum con misure omogenee, in caso di contagi da Covid, su tutto il territorio

23 nov. – “Poiché il tavolo con l’Ufficio Scolastico Regionale non è servito a risolvere i temi legati alle procedure in caso di contagi e alla problematica relazione con le Ats, chiediamo con  il confederale, a livello unitario, un tavolo direttamente presso Regione Lombardia”. Martedì 17 novembre si è tenuto il primo tavolo tematico regionale per i servizi integrati 0-6 anni per verificare l’attuazione del protocollo sanitario nella seconda fase pandemica. Lucilla Pirovano, coordinatrice Fp Cgil Lombardia, racconta che le categorie della funzione pubblica e della scuola hanno chiesto di semplificare modalità operative e tempistiche tra le Ats e i servizi educativi nella gestione dei contagi da Covid-19. “Ma l’Ufficio Scolastico non ha risposto alle nostre richieste di chiarimenti su come potranno essere risolti, ad esempio, i tempi lunghi tra individuazione del caso positivo e gestione della quarantena, o le criticità dell’autocertificazione da presentare al rientro. A Regione è stato ora chiesto un incontro con cui, attraverso il coordinamento tra assessorati (Welfare, Famiglia, Istruzione), istituzioni (Ministero Istruzione, Ats, Associazione comuni) e organizzazioni sindacali, si proceda a una analisi del percorso avviato nel sistema educativo della prima infanzia per il rispetto delle norme anti-Covid a tutela della salute di bambine e bambini, delle loro famiglie e delle lavoratrici e lavoratori. Noi vorremmo si giunga anche a un vademecum per procedure omogenee, in caso di contagi, su tutto il territorio”.