3 Dec 2021
HomeLeccoAsst Lecco / Indetto lo stato di agitazione del personale del comparto

Asst Lecco / Indetto lo stato di agitazione del personale del comparto

Tramparulo (Fp Cgil): “Chiediamo alla Asst interventi per potere risolvere le diverse criticità”.  Senza risposte vere si andrà allo sciopero.  

22 feb. – Indetto lo stato di agitazione unitario, con richiesta al Prefetto di tentare la conciliazione. Rsu e sindacati di categoria di Lecco protestano nei confronti dell’Azienda socio sanitaria territoriale.

Perché? “Gli ospedali del nostro territorio sono in sofferenza, per le carenze di personale in primis, per cui da un lato le ferie residue e i crediti orari sono alle stelle o viene attivata senza misura la mobilità d’urgenza, dall’altro si ricorre in modo eccessivo a lavoratrici e lavoratori interinali.  Chiediamo alla Asst interventi per potere risolvere le diverse criticità- afferma Lello Tramparulo, segretario generale della Fp Cgil locale -. Ci sono accordi aziendali siglati dopo il rinnovo del contratto nazionale della sanità pubblica che non sono stati applicati su punti quali i tempi di vestizione, premialità e trattamenti accessori.  La pandemia ha peggiorato la situazione – continua Tramparulo -. Così, riscontriamo il mancato passaggio da malattie a infortunio Covid per gli operatori che rimangono contagiati e, diversamente da quanto prevede la normativa nazionale, non è ancora stato aperto l’ambulatorio stress lavoro correlato. Grave poi che, dopo 4 mesi, non sia ancora partito il corso per i nuovi rappresentanti dei lavoratori alla sicurezza”.

I sindacati sono determinati, senza raffreddamento del conflitto, senza risposte vere si andrà allo sciopero.