Seguici
24 Ottobre 2021 - 7:00
HomePubblicazioneVaccinazioni Covid / Sindacati chiedono incontro urgente a Regione Lombardia

Vaccinazioni Covid / Sindacati chiedono incontro urgente a Regione Lombardia

Creston (Fp Cgil): vogliamo essere aggiornati sul prosieguo della campagna vaccinale e delle procedure per il reclutamento di personale sanitario e socio sanitario, visto che ci segnalano anomalie

26 feb. – I sindacati regionali di Cgil Cisl Uil della funzione pubblica hanno chiesto un incontro urgente sulle vaccinazioni anti Covid-19 ai vertici dell’assessorato al Welfare di Regione Lombardia.

“Il confronto sarebbe dovuto partire il 24 febbraio, ma è stato posticipato. La situazione pandemica sta peggiorando nella nostra regione ed è necessario avere un quadro aggiornato su come si vuole proseguire la campagna vaccinale e, per questo, sulle lavoratrici e i lavoratori della sanità e del socio sanitario da impiegare” racconta Gilberto Creston, segretario Fp Cgil Lombardia.

Lo scorso 27 dicembre sono iniziate le prime somministrazioni e due giorni fa, con delibera 4353, è stato approvato dalla Giunta il piano regionale vaccini.

Quali problemi interessano il personale reclutato per la campagna vaccinale? “Le nostre strutture territoriali ci stanno segnalando anomalie rispetto ai bandi per l’adesione volontaria, visto che si starebbero verificando pressioni da parte delle aziende per obbligare i propri dipendenti ad aderire. Va ribadito – aggiunge Creston – che nel frattempo gli ospedali stanno tornando a riempirsi, sia nelle terapie intensive che nei reparti ordinari. Lo stiamo vedendo nella zona rossa rafforzata a causa dell’impatto delle varianti del Covid. Per questo chiediamo un confronto tempestivo sul modello organizzativo adottato e su come si intende procedere. La salute è un bene primario e non c’è tempo da perdere, né ci sono servizi che possiamo permetterci di lasciare sguarniti in questo contesto” chiude Creston.