Seguici
26 Settembre 2021 - 13:09
HomeUfficio StampaGravissimo se il personale di nidi e scuole infanzia comunali rimane escluso dalla prima fase delle vaccinazioni anti Covid del settore educativo e scolastico in Lombardia

Gravissimo se il personale di nidi e scuole infanzia comunali rimane escluso dalla prima fase delle vaccinazioni anti Covid del settore educativo e scolastico in Lombardia

Comunicato stampa FP CGIL – CISL FP – UIL FPL Lombardia

Milano, 2 marzo 2021 – Apprendiamo che Regione Lombardia sta per aprire le prenotazioni per le vaccinazioni anti Covid del personale delle scuole statali, a partire dall’infanzia.

Sembrerebbe che siano esclusi da questa prima finestra di prenotazione le scuole dell’infanzia gestite dai Comuni e tutti gli asili nido, nonostante questi ultimi pare siano l’unico servizio educativo che rimarrebbe aperto anche in zona rossa e lo è già in arancione rinforzata.

Riteniamo molto grave che la salute e la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori sia tutelata in modo differente in base al soggetto che eroga il servizio, Stato o Comune, e che tutto il personale educativo dei servizi 0-6 anni, la cui utenza è anche priva di dispositivi individuali, non meriti pari trattamento.

Chiediamo che Regione – a cui era già stata inviata richiesta di incontro urgente – si attivi prontamente per garantire parità di tutele e di condizioni lavorative. Per noi la priorità resta sempre la salute di tutti: personale, bambini e famiglie.

I Segretari Generali Regionali

Manuela Vanoli (Fp Cgil) – Mauro Ongaro (Fp Cisl) – Daniele Ballabio (Uil Fpl)