Seguici
18 Ottobre 2021 - 16:50
HomeLeccoAsst Lecco / Sciopero il 14 maggio!

Asst Lecco / Sciopero il 14 maggio!

Fissata la data dopo l’incontro tra sindacati e Rsu. Tramparulo (Fp Cgil):  “A cittadine e cittadini diciamo: sostenetelo, è anche per voi”

10 mar. – Lo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori della Asst Lecco era stato preannunciato dal post su Facebook del segretario generale della Fp Cgil locale: “Ieri pomeriggio si è svolto il tentativo di conciliazione e raffreddamento innanzi al Prefetto con un mancato accordo. Come Fp Cgil abbiamo tentato di trovare una soluzione per senso di responsabilità, purtroppo la direzione non ha accolto nessuna delle nostre richieste” scriveva Lello Tramparulo martedì 9 marzo.

Dopo l’incontro con la Rsu dell’Azienda socio sanitaria, la data della protesta è stata fissata a venerdì 14 maggio. “Abbiamo preso tempo per capire meglio come evolve la situazione pandemica  – rileva il sindacalista, ricordando come a essere rimasto contagiato, in servizio, dal Covid, sia stato anche tanto personale. “Il tema della salute e sicurezza è tra i punti di questo sciopero, vanno garantite anche a chi cura i cittadini” attacca Tramparulo.

Le criticità, per i circa 2600 lavoratrici e lavoratori della Asst lecchese, restano quelle già esposte dai sindacati al Prefetto, diverse di lunga durata: carenze di organico e carichi di lavoro spropositati invece che nuove assunzioni; impiego di personale interinale su interi reparti appaltati alle cooperative sociali, con conseguente dumping contrattuale tra lavoratori; disorganizzazione; gestione della mobilità interna con spostamento di personale tra presidi senza formale comunicazione. Ancora, ferie e recupero ore che non si recuperano mai, i riposi per i turnisti, gli accordi rimasti inapplicati dall’ultimo rinnovo contrattuale, vedi quello su tempi di vestizione o le risorse per retribuire gli incarichi di funzione.

Le relazioni sindacali, poi, “se non fossero ferme sarebbero pessime, nonostante la nostra disponibilità, anche al tavolo di conciliazione, di trovare punti d’incontro per provare a trattare. Ma l’azienda va avanti sulla sua strada. Da qui la necessità dello sciopero, che sarà per l’intera giornata del 14 maggio e nel rispetto dei servizi minimi essenziali. A cittadine e cittadini diciamo: sostenetelo, è anche per voi. Con questo sciopero difendiamo il servizio sanitario pubblico e la garanzia della qualità dei servizi pubblici che devono essere sempre più organizzati ed efficienti. Questo passa anche dal rispetto dei diritti, della sicurezza, delle condizioni di lavoro e della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori della Asst” afferma Tramparulo. (ta)