6 Dec 2021
HomePubblicazioneEstendere il bonus baby sitter a tutto il personale delle attività sanitarie, socio sanitarie e socio assistenziali

Estendere il bonus baby sitter a tutto il personale delle attività sanitarie, socio sanitarie e socio assistenziali

I sindacati chiedono integrazioni al decreto Sostegni

18 mar. – Un’assenza “ingiustificata” e “grave”. Da qui la richiesta di Fp Cgil-Cisl Fp-Uil Fpl ai Ministri di Salute, Lavoro, Famiglia e al Presidente della Conferenza Regioni, per porre rimedio con urgenza all’esclusione di una grossa fetta di lavoratrici e lavoratori della sanità e del socio sanitario assistenziale al bonus baby sitter previsto dal decreto Sostegni.

“Tra essi, ad esempio, sono rimasti privi della necessaria tutela gran parte dei professionisti sanitari, degli operatori socio sanitari e tecnici, operanti negli Enti del Servizio Sanitario Nazionale e nelle strutture pubbliche e private accreditate del sistema sanitario e socio sanitario, che pure dovranno continuare ad assicurare, con dedizione e spirito di sacrificio, i loro servizi negli ospedali e nelle strutture sanitarie, socio sanitarie territoriali” rilevano i segretari generali delle categorie sindacali Serena Sorrentino, Maurizio Petriccioli, Michelangelo Librandi.

“Auspichiamo che il Governo integri nel decreto e nel più breve tempo possibile questa lacuna. Queste lavoratrici e questi lavoratori sono tra quelli più direttamente coinvolti nella lotta al Covid-19 ed è giusto dar loro la possibilità di conciliare lavoro e genitorialità, quando la scuola si fa da casa o i figli sono in quarantena” aggiunge Gilberto Creston, segretario Fp Cgil Lombardia.