30 Nov 2021
HomeMilanoComune di Milano / Nel 2021 oltre 1000 assunzioni

Comune di Milano / Nel 2021 oltre 1000 assunzioni

Romito (Fp Cgil): “In un anno difficile, con la crisi portata dalla pandemia, questo accordo è tanto più importante rispondendo al basilare ruolo che deve avere il lavoro pubblico nella società e a una nostra istanza sindacale prioritaria: rafforzare i servizi pubblici assumendo personale, contro la disoccupazione e contro la deriva delle esternalizzazioni”

11 mag. 2021 – Oltre 1000 assunzioni al Comune di Milano nel 2021. Nero su bianco, lo prevede l’accordo sulle politiche occupazionali siglato lo scorso 6 maggio tra l’ente, la Rsu e le organizzazioni sindacali.

“Da un lato l’amministrazione concluderà il percorso assunzionale previsto dai piani precedenti, reclutando 447 lavoratrici e lavoratori a tempo indeterminato dopo la delibera che, presumibilmente da fine maggio, recepirà l’accordo sindacale – spiega Vito Romito della Fp Cgil Milano -. Dall’altro, con il piano per il 2021, saranno assunte 582 persone scorrendo le graduatorie aperte e con i nuovi concorsi che saranno banditi una volta approvata la delibera e conclusi entro l’anno. Prima ancora, va precisato, sarà avviata la mobilità interna come previsto dall’accordo del 2018, anche per sostenere il trasferimento nelle nuove sedi comunali, come abbiamo chiesto unitariamente e insieme alla Rsu. Inoltre – aggiunge – si darà corso a circa 100 progressioni verticali di diverse professionalità e a 15 stabilizzazioni, con l’impegno a proseguire in tal senso in tutti gli ambiti, a partire dai servizi formativi”.

Queste nuove assunzioni a quali servizi saranno dirette? “Politiche sociali, polizia locale, profili tecnici sia nell’area edilizia che nell’area operaia e cimiteriale, profili amministrativi, cultura, servizi formativi, educativi e all’infanzia” risponde Romito.

Soddisfatti? “In un anno difficile, con la crisi portata dalla pandemia, questo accordo è tanto più importante rispondendo al basilare ruolo che deve avere il lavoro pubblico nella società e a una nostra istanza sindacale prioritaria: rafforzare i servizi pubblici assumendo personale, contro la disoccupazione e contro la deriva delle esternalizzazioni. Questo risultato è frutto di un grande lavoro condiviso, in cui le rappresentanze delle lavoratrici e dei lavoratori hanno dato il loro tenace contributo e così continueremo. Il piano occupazionale – prosegue il sindacalista – ha una struttura dinamica, cioè in evoluzione rispetto alle ulteriori disponibilità assunzionali che potrebbero verificarsi con finanziamenti straordinari. Di certo è straordinario il bisogno che hanno le pubbliche amministrazioni di ringiovanire e di rimpolparsi e il Comune di Milano si è impegnato concretamente in tal senso. Abbiamo peraltro anche concordato di sostenere tutte le iniziative per distribuire le risorse legate all’emergenza Covid-19, anche risultanti dall’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza”. (ta)