30 Nov 2021
HomeMantovaUneba / A Mantova accordo provinciale sulla Banca Etica Solidale nelle Rsa

Uneba / A Mantova accordo provinciale sulla Banca Etica Solidale nelle Rsa

Tomasini (Fp Cgil): un buon accordo, speriamo che la B.E.S. superi la fase sperimentale

22 giu. 2021 – Come suona B.E.S.? “Suona bene – risponde Magda Tomasini, segretaria Fp Cgil Mantova, e co-firmataria dell’accordo provinciale sull’applicazione della Banca Etica Solidale per le lavoratrici e i lavoratori delle Rsa e delle case di riposo con contratto nazionale Uneba.

“L’accordo, firmato lo scorso 7 giugno, entrerà in vigore dal 1° luglio 2021 – spiega la sindacalista -. La B.E.S. ha carattere sperimentale fino a tutto il 2022 e prevede che ogni operatrice e operatore debba accantonare, come gesto di solidarietà, una giornata del suo Rol, l’istituto contrattuale sulla riduzione dell’orario di lavoro, in un fondo destinato a colleghe e i colleghi in difficoltà”.

Il contratto Uneba prevede, come regolamento della Banca Etica Solidale, l’istituzione di una Commissione dedicata, formata da un responsabile aziendale delle risorse umane o suo delegato e da un rappresentante sindacale per sigla firmataria, al fine di valutare l’ammissibilità delle domande entro 15 giorni dalla loro presentazione. “Con l’accordo provinciale viene disciplinato che ogni ente dovrà comunicare la composizione della propria Commissione alla Commissione provinciale, inviando ogni 6 mesi i dati sulla B.E.S. A sua volta, semestralmente, la Commissione Provinciale si riunirà per monitorare l’andamento dell’istituto e mettere in campo iniziative di sensibilizzazione tra le lavoratrici e i lavoratori – specifica Tomasini -. È proprio un buon accordo e il primo in Lombardia. Auspichiamo che la Banca Etica Solidale superi la fase sperimentale e diventi prassi stabili, in nome del principio di aiuto concreto agli altri che realizza”.