3 Dec 2021
HomeBresciaObbligo vaccinale e procedure connesse. Nota di FP CGIL – CISL FP – UIL FPL Brescia all’ATS, alle ASST e agli Ordini delle professioni sanitarie del territorio di Brescia

Obbligo vaccinale e procedure connesse. Nota di FP CGIL – CISL FP – UIL FPL Brescia all’ATS, alle ASST e agli Ordini delle professioni sanitarie del territorio di Brescia

Con la presente le scriventi OO.SS. fanno la premessa che la vaccinazione contro il covid-19 è un dovere morale, civile ed etico per quanti hanno scelto di esercitare una professione sanitaria, oltre ad una normativa che lo impone e che deve trovare applicazione.

Vogliamo portare in evidenza alcune criticità, suggerimenti e riflessioni del percorso in atto sui quali vi chiediamo di entrare nel merito e se necessario introdurre i correttivi del caso.

Per quanto concerne l’atto di sospensione, viene segnalato da diversi operatori che lo stesso è stato adottato nei confronti anche di chi al  momento non sta esercitando la professione, in quanto assente dal servizio per l’applicazione di altre normative di tutela quali la maternità e/o congedo straordinario; riteniamo che in questi casi non vi sia una funzione attiva e vi siano, dunque, delle condizioni di legittimità dell’atto stesso rispetto la prevalenza delle norme.

Chiediamo alle Aziende che per quanti si trovino in una condizione di non idoneità all’essere sottoposti alla  vaccinazione, via sia attenzione e che si proceda ad allocarli ad attività che non implichino il rischio di diffusione del contagio e che siano, quindi, adibiti a mansioni anche inferiori, con il trattamento corrispondente  alle mansioni  esercitate.

In merito, invece, all’atto di sospensione dall’ordine professionale, sperando che i colleghi sospesi intraprendano celermente il percorso vaccinale, chiediamo agli ordini di introdurre procedure snelle nella riammissione.

In fine, visto il periodo estivo ed il numero elevato di persone sospese nella nostra provincia, alla luce della situazione che si è venuta a creare, chiediamo che rapidamente, ove necessario, si proceda alla introduzione dei necessari correttivi atti ad impedire l’attivazione di turni da 12 ore, salti di riposo e/o revoca delle ferie.

Riteniamo che la  situazione imponga l’inserimento di personale a  copertura o  la riduzione di attività, comprendendo la criticità del momento vissuto evidenziamo che questo non può ricadere sul personale attualmente in servizio.

FP CGIL Brescia – CISL FP – UIL FPL
Vincenzo Moriello – Angela Cremaschini – Andrea Ricco