25 Jan 2022
HomeMantovaRsa e Covid-19 / Gli errori insegnino

Rsa e Covid-19 / Gli errori insegnino

La proroga dello stato di emergenza sospende una questione denunciata dalla Fp Cgil Mantova, con la segretaria Tomasini cioè che Dpi e test diagnostici passino in carico ai servizi territoriali extraospedalieri. Per il segretario Fp Cgil Lombardia Creston c’è il rischio, a fine marzo, di ritrovarsi allo stesso punto critico. E sarebbe “imperdonabile”

17 dic. 2021 – Questa storia inizia con la denuncia fatta dalla Fp Cgil Mantova, con la segretaria Magda Tomasini. Sembra fantascienza e invece è poca scienza, e coscienza, se “nelle Rsa non verranno più garantite mascherine e tamponi, con le 900 persone ospiti morte a causa del Covid-19. Inaccettabile, la comunicazione inviata da Ats Val Padana va ritirata. Chiediamo semmai più sicurezza e più tamponi per le persone anziane e operatrici e operatori, visto il riacutizzarsi del virus”.

Proprio per l’impennata pandemica e conseguente proroga dello stato d’emergenza al 31 marzo 2022, la questione fantascientifica per cui dal 1° gennaio le dotazioni di protezione individuale e i test diagnostici per prevenire i rischi di contagio, finora garantiti dalle Ats, dovrebbero passare a carico dei servizi territoriali extraospedalieri, tra cui ci sono appunto le residenze sanitarie assistenziali, viene sospesa.

“Ma sarebbe grave e disarmante, finita l’emergenza, ritrovarsi nella situazione ora denunciata, correre anche solo il rischio che alle Rsa non vengano assicurate tutte le forniture del caso. Ripetere errori già fatti sarebbe a dir poco imperdonabile. La salute e la sicurezza nei posti di lavoro e per tutte le persone coinvolte deve rimanere una priorità” sostiene Gilberto Creston, segretario Fp Cgil Lombardia, raccontando della richiesta di intervento unitaria fatta nei giorni scorsi ai vertici di Regione. “Va inoltre sottolineato che i dispositivi di protezione forniti alle Rsa sono solo una piccola parte di quelle necessarie. Chiediamo dunque che si provveda nel numero più adeguato ai fabbisogni”.