24 May 2024
HomePubblicazioneBando su equivalenza titoli area sanitaria: ennesimo atto unilaterale di Regione Lombardia

Bando su equivalenza titoli area sanitaria: ennesimo atto unilaterale di Regione Lombardia

Creston (Fp Cgil): “Rivendichiamo di discuterne nel dettaglio al prossimo incontro ma siamo di fronte all’ennesima brutta pagina di Regione, verso il personale del Ssr e verso le relazioni sindacali. Serve più trasparenza”

22 sett. 2022 –  Regione Lombardia ha emanato un avviso pubblico per le domande di riconoscimento dell’equivalenza dei titoli alle lauree dell’area sanitaria conseguiti con gli ordinamenti precedenti, nello specifico quelli entro il mese di marzo 1999. Un provvedimento che, riguardando le lavoratrici e i lavoratori del servizio sanitario regionale, deve coinvolgere le rappresentanze sindacali. Ma così non è stato.

Da qui la presa di posizione di Fp Cgil e Uil Fpl lombarde che, bollando l’atto come unilaterale, hanno scritto all’Assessorato al Welfare chiedendo di aggiungere il tema all’elenco di quelli già in scaletta per il confronto previsto a fine settembre.

Quali professioni sanitarie sono interessate dal bando? “Quelle dell’area infermieristica, inclusa la pediatrica, dell’area ostetrica, della prevenzione e dell’assistenza sanitaria – risponde Gilberto Creston, segretario Fp Cgil Lombardia -. Ma questo provvedimento sta creando incertezze alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi sanitari e sociosanitari, e ciò si poteva, si doveva evitare. Rivendichiamo di discuterne nel dettaglio al prossimo incontro ma siamo di fronte all’ennesima brutta pagina di Regione, verso il personale del Ssr e verso le relazioni sindacali. Serve più trasparenza”.

Volantino