18 May 2024
HomeMantovaArchivio di Stato di Mantova / Fp Cgil: “Occorrono nuove assunzioni”

Archivio di Stato di Mantova / Fp Cgil: “Occorrono nuove assunzioni”

La segretaria Elena Giusti denuncia le carenze di personale e il misconoscimento di un ente pubblico “tesoro cittadino”

26 sett. 2022 – “La situazione è difficile per ciò che riguarda la dotazione di personale: di 20 in organico, sono presenti in 9. Il Covid ha paradossalmente mascherato la carenza di personale, gli ingressi su prenotazione hanno fatto sì che anche con lavoratrici e lavoratori in numero risicato, l’Archivio di Stato riuscisse a calendarizzare e soddisfare le richieste di accesso, pur ridotte dalla condizione pandemica”. Elena Giusti, segretaria generale della Fp Cgil Mantova, non solo denuncia le già gravi carenze di organico  nell’ente pubblico, “tesoro cittadino” che accoglie per le consultazioni persone da tutto il mondo, ma anche il suo peggioramento.

Che succede? “Il Ministero della Cultura ha pensato bene di ridurre da 20 persone a 16 la dotazione organica all’Archivio di Stato mantovano, per accorciare la forbice con il personale effettivo, di recente incrementato di una nuova unità per l’ufficio amministrativo – risponde la dirigente sindacale -. Tutto il contrario di quello che chiediamo come Fp Cgil, per cui urge una campagna straordinaria di assunzioni nelle Pa, figurarsi in siti strategici e figurarsi dopo anni di tagli lineari che hanno colpito le pubbliche amministrazioni, inasprendo le condizioni di lavoro e penalizzando i servizi erogati ai cittadini: il pomeriggio l’Archivio resta infatti chiuso. Va anche sottolineato – aggiunge Giusti -, che la riforma Franceschini nel recente passato lo ha declassato e privato della dirigenza, invece che valorizzarlo e promuoverlo per la sua funzione. Ovviamente, lotteremo per cambiare la situazione, tutti i giorni e sabato 8 ottobre alla manifestazione nazionale della Cgil”.