29 Feb 2024
HomeMonza BrianzaATS Brianza / Firmata l’ipotesi di accordo sulla produttività 2022

ATS Brianza / Firmata l’ipotesi di accordo sulla produttività 2022

Cellari (Fp Cgil Monza Brianza): “Trattativa lunga e serrata ma abbiamo raggiunto un buon risultato”

27 sett. 2022 – Firmata tra ATS Brianza, Rsu e sindacati l’ipotesi di accordo sui criteri per attribuire i premi sulla performance organizzativa e individuale per il 2022.

“La trattativa è stata lunga e serrata ma, considerata la posizione decisamente restrittiva dell’Ats, abbiamo raggiunto un buon risultato, ottenendo condizioni di miglior favore rispetto alla proposta iniziale aziendale e lo spiegheremo in assemblea alle lavoratrici e ai lavoratori” afferma Susanna Cellari della Fp Cgil Monza Brianza.

Cosa prevede l’intesa? “Intanto l’aumento del fondo produttività da 700mila a 900mila euro e il pagamento dell’intero premio entro aprile 2023. Due punti, questi, richiesti e ottenuti dopo la chiusura aziendale sul mantenimento dei cosiddetti ‘zainetti’ e dei pagamenti in tranches annuali – risponde la sindacalista -. Poi, per quanto riguarda la performance, abbiamo ottenuto il 70% del fondo per la performance legata al raggiungimento degli obiettivi collettivi e il 30% per la performance individuale, in modo da porre rimedio all’arbitrarietà della valutazione per il riconoscimento di questa quota”.

La performance individuale si tara alla presenza effettiva sul lavoro? “Sì. Abbiamo dato una stretta alle assenze che, grazie all’accordo, sono riconducibili esclusivamente a periodi di malattia di oltre 45 giorni, aspettativa e permessi non retribuiti, congedi straordinari, sospensione dal servizio senza retribuzione. Inoltre anche il congedo parentale al 30% viene considerato presenza in servizio”.

Punti critici? “In particolare, i range per riconoscere i premi proposti dall’Ats. Attraverso la trattativa, siamo riusciti ad ottenerne di più remunerativi per entrambe le performance, organizzativa e individuale.

Altro? “In ragione della soggettività del valutatore, siamo riusciti a far ridurre dal 10% al 6% la platea dei più meritevoli, e dal 42% al 35% l’incremento della media pro capite. Saranno 28 le lavoratrici e i lavoratori che avranno il premio individuale maggiorato (210 euro in più) perché più meritevoli, così come previsto dal contratto nazionale. E saranno suddivise in modo proporzionale nei vari dipartimenti in base al numero del personale presente”.

Per saperne di più: www.fpcgilbrianza.it