16 Apr 2024
HomeNotizie congressualiFP CGIL Pavia: Americo Fimiani rieletto segretario generale ed eletta la segreteria

FP CGIL Pavia: Americo Fimiani rieletto segretario generale ed eletta la segreteria

Pavia, 14 dicembre 2022 – Con 37 voti favorevoli (sulle 37 persone presenti delle 39 aventi diritto), l’Assemblea Generale eletta dal XII Congresso della Funzione Pubblica CGIL di Pavia, tenutosi in data odierna, ha riconfermato Americo Fimiani segretario generale ed eletto in segreteria Stefania De Biase, Fabio Fasani, Daniele Pirri e Loredana Testa.

“Se è vero che il lavoro è lo strumento attraverso il quale l’uomo e la donna si emancipano e diventano autonomi, se è vero che il lavoro dà dignità alle persone, come sindacato lotteremo sempre per mettere al centro il lavoro dignitoso e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori. La CGIL lo ha sempre fatto e continuerà a farlo: come Funzione Pubblica di Pavia continueremo a stare al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori dei settori pubblici, del pubblico e del privato, portando avanti i nostri valori, radicati nella Costituzione, in tutti i posti di lavoro – afferma Fimiani, 51 anni, per la seconda volta alla guida della categoria –. Bisogna eliminare le disuguaglianze e affermare il più possibile la giustizia sociale e la coesione sociale. Solo così potremo dire di creare il futuro. Un futuro che passa anche da servizi pubblici forti. Il lavoro pubblico eroga diritti di cittadinanza e per dare garanzie all’esigibilità di questi diritti occorre con urgenza procedere a un piano straordinario di assunzioni nelle pubbliche amministrazioni”.

In vista dello sciopero generale del 16 dicembre Fimiani dichiara: “Venerdì prossimo saremo in piazza per protestare contro questa legge di stabilità iniqua e ingiusta. Una manovra che non fornisce alcuna risposta ai problemi che angosciano il Paese. Le lavoratrici e i lavoratori in questo momento di forte crisi hanno bisogno di vedere aumentare i loro salari, così come abbiamo bisogno di una riforma fiscale equa che colpisca in modo progressivo i redditi e di una riforma previdenziale che dia garanzie ai giovani, alle donne, ai precari – di cui chiediamo la stabilizzazione! -, e che permetta alle lavoratrici e ai lavoratori di poter andare in pensione a un’età ancora accettabile. Le risorse per fare tutto questo si trovino in una seria lotta all’evasione fiscale e nella tassazione degli extraprofitti. E si eviti – aggiunge – di ricorrere al solito condono che premia, per l’ennesima volta, chi le tasse non le paga”.

Comunicato stampa