17 Jul 2024
HomeCremonaCarcere di Cremona / Fp Cgil chiede un confronto urgente

Carcere di Cremona / Fp Cgil chiede un confronto urgente

carcere

Il 10 maggio una delegazione sindacale ha fatto visita alla casa circondariale che ha problemi di carenze di personale e di sovraffollamento detentivo

11 mag. 2023 – Proseguono i sopralluoghi della Fp Cgil nelle carceri lombarde. Ieri, mercoledì 10 maggio, è stata la volta della casa circondariale di Cremona, visitata da una delegazione sindacale composta da Sabrina Negri, segretaria generale della categoria cremonese, e Mirko Manna, coordinatore della Polizia Penitenziaria per la federazione nazionale.

A fornire le prime informazioni è Sabrina Negri, spiegando che il carcere di Cremona è stato aperto nel 1992 e ampliato nel 2013 con un altro padiglione. Quindi “è una struttura relativamente recente”. Ma non dotata del personale necessario, non solo per la polizia penitenziaria ma anche per funzionari e assistenti amministrativi. “Rispetto alla pianta organica originale, la carenza di organico dell’area educativa è del 33%, quella dell’area contabile è del 50% e quella del personale di segreteria è del 66%”, afferma la dirigente sindacale.

Mirko Manna si concentra sul personale nella polizia penitenziaria, dove le carenze sono di circa il 22% (173 effettivi sui 223 previsti). “Il Comando del reparto è affidato a un sostituto commissario che è coadiuvato da un dirigente”, racconta, quando il sovraffollamento carcerario cui far fronte è di circa il 119% (440 persone detenute su 370 posti realmente disponibili). “Il 68% della popolazione detenuta è composta da stranieri e, come in tutte le carceri italiane, sono aumentate le aggressioni dei detenuti nei confronti dei poliziotti e i ritrovamenti di telefonini e sostanze stupefacenti”.

La posizione della Fp Cgil è netta: “Chiederemo un confronto urgente con la parte pubblica per far fronte alle pesanti condizioni lavorative che ricadono tutte sul personale degli uffici centrali e sulla polizia penitenziaria in particolare”.