5 Mar 2024
HomePubblicazioneVigili del Fuoco / Michele Giacalone riconfermato coordinatore Fp Cgil Lombardia

Vigili del Fuoco / Michele Giacalone riconfermato coordinatore Fp Cgil Lombardia

Dalle carenze di personale alla sicurezza e a sedi adeguate, i temi prioritari del sindacalista che chiede il supporto dei coordinatori territoriali per una rappresentanza più forte e di squadra

11 mag. 2023 – Michele Giacalone, 56 anni, coordinatore operativo del nucleo investigativo dei Vigili del Fuoco di Milano, è stato riconfermato nel ruolo sindacale di coordinatore regionale Vvf della Fp Cgil Lombardia.

Quali vedi come impegni principali nel tuo incarico di rappresentanza? “Rivendicare in primis più assunzioni, vista la mancanza cronica di personale, soprattutto nel soccorso tecnico urgente ma anche negli amministrativi – risponde Giacalone -. Molti comandi non possono portare avanti le attività e vengono chiusi temporaneamente perché manca l’autista o il caposquadra, vedi gli ultimi casi a Varese o a Bergamo, per il quale il distaccamento di Dalmine ha dovuto prendere in carico l’ampia zona di competenza della sede centrale aumentando così il carico di lavoro già molto alto. Come Cgil non condividiamo più la continua richiesta di ore straordinarie per far rientrare il personale libero, perché carichi eccessivi di lavoro mettono a rischio l’incolumità dei lavoratori. La situazione è critica e preoccupante. Tra gli altri temi – aggiunge -, c’è la messa in sicurezza delle sedi, che devono essere adeguate. Ad esempio, il distaccamento di Viadana è un container, doveva essere una sede provvisoria ed è lì ormai da 16 anni. È inaccettabile! Ora sta crollando, va chiuso, stiamo lavorando per questo. Inoltre va continuata la lotta rispetto alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici, portando avanti la rivendicazione della decontaminazione delle divise di lavoro e della copertura Inail delle malattie professionali”.

Qual è lo stato della contrattazione? “A livello nazionale, grazie alla raccolta firme della Fp Cgil, è saltato l’accordo sulla distribuzione delle risorse per il personale specialista con il Dipartimento della Funzione Pubblica: su quasi 1500 lavoratrici e lavoratori, in 1000 si sono opposti. Una grande prova di partecipazione, per cui l’accordo è da ridefinire. Coinvolgere i lavoratori e le lavoratrici sulle decisioni da adottare e portare avanti in sede centrale ha portato i suoi frutti: sono arrivate molte adesioni anche da mai iscritti alla Cgil. Idem per il personale amministrativo, che da tempo lamenta di essere trattato come di serie B e di non essere mai stato rappresentato dal sindacato. Anche in questo caso, gli incontri degli ultimi giorni organizzati dalla Fp Cgil hanno fatto avvicinare con interesse e con tessere le lavoratrici e i lavoratori, che sono rimasti contenti dell’interesse sindacale verso questo settore importante nella macchina del soccorso.

Altro? “Ringrazio la segretaria generale Fp Cgil Lombardia Manuela Vanoli e il segretario Dino Pusceddu per la fiducia accordatami. Ritengo opportuno che il mio incarico sindacale venga supportato anche dal coinvolgimento di tutti i coordinatori territoriali. Credo nella partecipazione e il lavoro di squadra, come vuole la mia professione, fa sempre la differenza. Proprio per gli interventi urgenti o complessi che possono chiamarmi all’azione con il Corpo, essere un forte gruppo sindacale consente di rispondere più efficacemente e velocemente alle istanze delle lavoratrici e dei lavoratori che rappresentiamo”.

Per Dino Pusceddu, segretario Fp Cgil Lombardia “La nostra organizzazione è al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori dei Vigili del Fuoco nelle loro rivendicazioni di poter lavorare in sicurezza. L’importante lavoro di Michele, che ringrazio per aver accettato di continuare nel coordinamento, e di tutti i compagni e le compagne che svolgono l’attività sindacale nei comandi, è utile a tutto il Corpo per portare all’esterno le problematiche del personale”.