20 Jun 2024
HomePubblicazioneProfessioni tecnico sanitarie / Al via le domande per il titolo equipollente

Professioni tecnico sanitarie / Al via le domande per il titolo equipollente

Dal 14 luglio all’11 settembre è possibile fare la domanda. La Fp Cgil Sondrio diffonde la notizia con i requisiti fissati nell’avviso pubblico di Regione Lombardia. La Fp Cgil regionale fa un appello alle delegate e ai delegati di tutto il territorio per supportare le lavoratrici e i lavoratori interessati

13 lug. 2023 – Dal 14 luglio (ore 10) all’11 settembre 2023 (ore 16), per le lavoratrici e i lavoratori delle professioni tecnico sanitarie che non abbiano già il titolo equipollente e l’iscrizione all’albo sarà possibile fare domanda affinché i titoli del precedente ordinamento siano riconosciuti equivalenti ai titoli universitari dell’area sanitaria (come da decreto legislativo 502/1992).

Regione Lombardia è uscita con l’avviso pubblico e la segreteria della Fp Cgil Sondrio è prontamente uscita con una nota informativa a firma Michela Turcatti e Leonardo Puleri.

I titoli interessati sono quelli di tecnico audiometrista, tecnico sanitario di laboratorio biomedico, tecnico sanitario di radiologia medica, tecnico di neurofisiopatologia, tecnico ortopedico, tecnico audioprotesista, tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, igienista dentale, dietista – raccontano i due sindacalisti -. Questi titoli devono essere stati raggiunti entro il 17 marzo 1999 e quindi con formazione iniziata entro il 31 dicembre 1995. Devono essere in conformità con l’ordinamento che precede le norme sui profili professionali legati ai diplomi universitari, devono essere riferibili alle professioni sanitarie coinvolte, e devono aver permesso di esercitare stante quell’ordinamento in vigore. Un altro requisito richiesto – aggiungono – è quello di avere frequentato corsi di formazione autorizzati dalla Regione o enti dedicati, sempre sul territorio regionale”.

Per Turcatti e Puleri, “l’iniziativa di Regione Lombardia tende a omogeneizzare, in termini di equipollenza, e valorizzare i percorsi formativi e/o professionalizzanti acquisti entro l’anno 1997 per rispondere alla legittimità aspettativa dei professionisti delle aree tecnico sanitarie coinvolte. Come categoria sentiamo fortemente il dovere di informare una platea vasta di professionisti rispetto a tale opportunità regionale”.

“Invitiamo le delegate e i delegati della Fp Cgil in Lombardia di farsi portavoce, insieme alle Fp territoriali, di questa possibilità tra le lavoratrici e i lavoratori che potrebbero avere bisogno del riconoscimento dell’equivalenza dei titoli e di supportarli”, commenta il segretario regionale Lello Tramparulo.

Informativa Fp Cgil Sondrio