21 Apr 2024
HomeLeccoCasa di riposo di Monte Marenzo / Fp Cgil Lecco: “Troviamo insieme soluzioni per non chiudere”

Casa di riposo di Monte Marenzo / Fp Cgil Lecco: “Troviamo insieme soluzioni per non chiudere”

mani, assistenza

L’appello della segretaria generale Teresa Elmo a un confronto “con tutti i soggetti coinvolti”

22 ago 2023 – La Casa di riposo di Monte Marenzo entro l’anno smetterà un’attività durata 50 anni e mandata avanti, in favore di donne anziane e fragili, dalle Suore Somasche Figlie di San Girolamo Emiliani con il supporto dell’Associazione Mater Boni Consilii.

Abbiamo appreso la notizia dalla stampa e non dalla Rsa, a cui abbiamo replicato in prima battuta con un comunicato. Questa decisione è grave, sia per le 25 lavoratrici che vi operano e che ora rischiano il posto, sia per le persone ospitate (una ventina circa) che ora dovranno trovare accoglienza in altre strutture del territorio perdendo, con le loro famiglie, un punto di riferimento prezioso. Per questo vogliamo provare a fare cambiare verso a quest’idea di chiudere”, afferma Teresa Elmo, segretaria generale della Fp Cgil Lecco.

Da dove arriva la scelta di chiudere la Rsa? “L’abbiamo scoperto sempre dalla stampa. Pare che la criticità maggiore sia dovuta al rifiuto da parte della Ats di Lecco di incrementare i posti letto da 25 a 35, favorendo così la possibilità di maggiori introiti e il recupero delle perdite economiche intercorse”, risponde la sindacalista.

La Fp Cgil cosa propone? “Le soluzioni si possono e si devono cercare insieme. Prima ancora, i problemi vanno esplicitati nelle sedi opportune e per questo siamo disponibili, anzi meglio, chiediamo un confronto con tutti i soggetti coinvolti in questa delicata vicenda in cui vanno tutelate tutte le persone, anche le lavoratrici della Rsa. Ancora una volta ribadiamo l’importanza di una gestione pubblica del sistema socio sanitario assistenziale, a garanzia dell’universalità dei servizi rivolti ai più fragili, nel pieno rispetto della Costituzione Italiana”.

Verrete ascoltati? “Noi faremo la nostra parte, restando accanto fino all’ultimo a chi rappresentiamo. Di certo, senza soluzioni positive, interverremo affinché tutte le lavoratrici trovino occupazione, mantenendo i diritti finora acquisiti alla Casa di riposo di Monte Marenzo, in altre strutture del territorio. La fame di personale di questi tempi non manca”, chiude Elmo.