20 Jun 2024
HomeMantovaAnffas / Stato di agitazione unitario anche a Mantova

Anffas / Stato di agitazione unitario anche a Mantova

Anffas Mantova, Fp Cgil - Cisl Fp - Uil Fpl

Tomasini e Trasforini (Fp Cgil): “Vogliamo rinforzare la protesta e far sentire la voce del nostro territorio”. Il 28 settembre ci sarà l’attivo unitario dei delegati e delle delegate di Fp Cgil – Cisl Fp e Uil Fpl e a Mantova nella stessa giornata l’assemblea con i dipendenti del territorio

22 sett. 2023 – Indetto anche a livello provinciale lo stato di agitazione delle lavoratrici e lavoratori con contratto Anffas che, nel mantovano, sono circa un centinaio.

“Lo stato di agitazione nazionale per rinnovare il contratto nazionale a circa 5000 operatrici e operatori addetti all’assistenza delle persone fragili è del 19 luglio, cui è seguito, il 21, il tentativo di conciliazione fallito. Anffas, con la motivazione di deficit economico, non ha dato possibilità alle organizzazioni sindacali di accettare incrementi salariali che sono indecorosi e irrispettosi verso persone che già prendono poco più di 1000 euro al mese” racconta Magda Tomasini, segretaria Fp Cgil Mantova, con la funzionaria Morena Trasforini, anticipando che il 28 settembre si terrà l’attivo unitario dei delegati e delle delegate e a Mantova un’assemblea con il personale.

Perché anche lo stato di agitazione a livello provinciale? “Per rinforzare la protesta e far sentire la voce del nostro territorio. Non è giusto che siano le lavoratrici e i lavoratori a subire i mancati stanziamenti al sistema. Vogliamo che anche loro abbiamo i giusti diritti, salari e tutele. Il lavoro deve significare dignità, per tutte e tutti”, rispondono Tomasini e Trasforini.