16 Apr 2024
HomePubblicazioneASST Valtellina e Alto Lario / Il corso Fp Cgil per il concorso da infermiere A.P.S.F.

ASST Valtellina e Alto Lario / Il corso Fp Cgil per il concorso da infermiere A.P.S.F.

infermieri

Il 25 ottobre la prima prova della procedura concorsuale per l’assunzione, a tempo indeterminato, di 30 infermieri. La Fp Cgil Sondrio rilancia il percorso di preparazione alle prove selettive, on line e gratuito per iscritte e iscritti: “‘Fp Cgil Concorsi Pubblici’ è una risorsa per rafforzare la sanità provinciale e supportare le candidate e i candidati”, ribadiscono Turcatti e Puleri

5 ott. 2023 – Il concorso per 30 posti a tempo indeterminato nel ruolo infermieristico, area dei professionisti della salute e dei funzionari (A.P.S.F.) indetto da Asst Valtellina e Alto Lario, parte il 25 ottobre con la prova scritta. Mentre l’orale seguirà nei giorni 26 e 27 ottobre.

La Fp Cgil di Sondrio, per supportare le candidate e i candidati alla procedura concorsuale, rilancia il corso on line che la categoria nazionale ha messo a punto per prepararsi alla selezione pubblica.

“Sono 92 le candidate e i candidati aspiranti infermieri che andrebbero a rafforzare l’agonizzante sistema sanitario provinciale. Questo concorso e le assunzioni, auspichiamo, conseguenti, rappresentano una opportunità per il territorio, per potenziare la sanità pubblica, come rivendichiamo da tempo – affermano Michela Turcatti e Leonardo Puleri, della segreteria della Fp Cgil Sondrio – e offrono un percorso lavorativo sempre più professionalizzante all’interno dell’azienda ospedaliera sondriese”.

La Fp Cgil dà un supporto collaudato a candidate e candidati. “Sì. La nostra categoria nazionale ha realizzato insieme a Forum PA la piattaforma ‘Fp Cgil Concorsi Pubblici’. Per accedervi bisogna avere la tessera Cgil. Il corso è a disposizione gratuitamente per iscritte e iscritti – specificano Turcatti e Puleri -. Siamo consapevoli che il nostro servizio sanitario provinciale versa in una situazione di grande sofferenza e l’innesto di nuovo personale infermieristico potrebbe colmare il vuoto degli ‘Ospedali e delle Case della Comunità’. Al momento sono edifici e contenitori vuoti che, al di là delle pompose inaugurazioni, faticano a decollare e a rendere la nostra sanità pubblica realmente accessibile per le cittadine e i cittadini del nostro territorio”.

Nel volantino diffuso i loro recapiti telefonici per poter avere tutte le informazioni del caso.