16 Apr 2024
HomeMilanoScuole Civiche Milano / Dal presidio molto partecipato: no ai tagli!

Scuole Civiche Milano / Dal presidio molto partecipato: no ai tagli!

Pirovano (Fp Cgil): “Da mesi si paventano tagli ai finanziamenti comunali per la Fondazione, patrimonio cittadino. Oggi è stata accolta la nostra richiesta di essere parte attiva nei processi decisionali e continueremo a rivendicare il pieno funzionamento e l’alta qualità dell’offerta formativa delle quattro scuole. Venerdì 23 febbraio ci confronteremo in Commissione Cultura. La nostra protesta va avanti”

19 feb. 2024 – Con lo slogan “Il futuro è adesso. Scuole Civiche, scuole di tutti”, ha avuto luogo questa mattina, davanti al Teatro Elfo Puccini in Corso Buenos Aires, l’assemblea presidio delle lavoratrici e i lavoratori insieme agli studenti di Fondazione Milano.

“La mobilitazione ha avuto una grande adesione e dal presidio, durato più di due ore, un’unica e colorata voce ha chiesto di salvaguardare il valore presente e futuro delle quattro Scuole Civiche (di musica, cinema, interpreti e traduttori, teatro) – afferma Lucilla Pirovano, segretaria Fp Cgil Milano -. Non tutti sanno che queste quattro scuole sono patrimonio e storia bellissima della nostra città”.

Complessivamente Fondazione Milano impiega oltre 800 docenti per più di 3000 studenti e studentesse. “Di questi, più del 90% impara un mestiere conseguendo una formazione di alto livello e trovando occupazione come professionisti quasi subito”, evidenzia Pirovano.

volantino CivicheMa perché state protestando? “Da mesi si ventilano tagli per il 2024 ai finanziamenti comunali alle direzioni delle scuole che comporterebbero un conseguente taglio ai corsi con, viceversa, rette più care e quindi non accessibili da tutte e tutti – risponde la segretaria Fp Cgil -. Finora le nostre richieste di incontro sono cadute nel vuoto e, finalmente oggi, grazie al presidio dove è stata accolta la nostra richiesta di essere parte attiva nei processi decisionali, il Presidente della Commissione Cultura del Comune, Luca Costamagna, ci ha ascoltati in strada e venerdì 23 febbraio ci ha convocati in Commissione. Mentre l’Assessore Tommaso Sacchi si è impegnato ad attivare al più presto un tavolo dedicato. Noi continueremo a rivendicare il pieno funzionamento e l’alta qualità dell’offerta formativa di Fondazione Milano, per cui non ci devono essere tagli né aumento delle rette. Oggi c’è stata una performance teatrale a sostegno delle comuni rivendicazioni. Ed è solo il debutto. Questo sipario calerà soltanto quando raggiungeremo i risultati auspicati da lavoratrici, lavoratori, studentesse e studenti e da tutta una città come Milano che crede nel valore della cultura”.