30 Nov 2021
HomeComoNidi comunali : questa sera presidio unitario a Como

Nidi comunali : questa sera presidio unitario a Como

Ghirotti (Fp Cgil): ci opponiamo alla esternalizzazione di un servizio di qualità che merita continuità

6 lug. – Questa sera, i sindacati comaschi scendono in piazza “a tutela della tenuta dei centri comunali per la prima infanzia, nell’ottica del mantenimento dei nove asili in gestione diretta”.

Il presidio, nel rispetto delle norme di distanziamento per contenere il contagio da Covid-19, si terrà alle ore 20 davanti all’ingresso di Palazzo Cernezzi, dal lato di viale Lecco.

“Unitariamente e con i rispettivi confederali, abbiamo scelto di fare il presidio davanti alla sede del Comune di Como, dove stasera, in seduta di Consiglio, si modificherà il regolamento comunale degli asili nido, prevedendo la possibilità di esternalizzare la gestione del servizio – spiega Alessandra Ghirotti, segretaria generale della Fp Cgil -. Il perimetro pubblico, su un servizio fondamentale come quello educativo pedagogico che riguarda la crescita di piccole e piccoli cittadini e rappresenta un pezzo importante per farne gli adulti di domani, va semmai potenziato non ridotto”.

Cosa contestate in particolare? “Se alcuni nidi venissero esternalizzati ci troveremmo ad avere un servizio ibrido tra pubblico e privato difficilmente gestibile sia dal punto organizzativo sia rispetto alle decisioni prese dai diversi soggetti. Inoltre lavoratrici e lavoratori per uno stesso lavoro avrebbero diritti e trattamenti diversi e quindi ci sarebbe dumping contrattuale – risponde Ghirotti -. Già queste ragioni valgono la protesta. E non dimentichiamoci che due anni fa una parte delle mense scolastiche sono state esternalizzate, con conseguenze pesanti sulle condizioni delle operatrici e degli operatori. Noi crediamo che il patrimonio pubblico di questo servizio di qualità sia da preservare e valorizzare. Un servizio che, erogato da professionalità e competenze maturate negli anni, merita continuità, per i diritti delle bambine e dei bambini. Per questo lottiamo e lotteremo”. (ta)