3 Dec 2021
HomePubblicazioneSanità lombarda / Sindacati: l’accordo del 5 novembre va applicato in toto

Sanità lombarda / Sindacati: l’accordo del 5 novembre va applicato in toto

Creston (Fp Cgil): diverse aziende sanitarie starebbero escludendo dalle ore aggiuntive per emergenza Covid il personale infermieristico. Così non va!

19 nov. – L’accordo regionale per gli hub Covid delle Fiere di Milano e Bergamo è dello scorso 5 novembre. Con quell’intesa  non solo venivano definiti i criteri per l’attivazione dei moduli temporanei di terapia intensiva nelle due strutture ma venivano anche date, vista la recrudescenza del Covid, prime indicazioni per tutte le lavoratrici e i lavoratori del sistema sanitario regionale in prima linea.

Ma qualcosa non sta andando per il verso giusto se ieri Fp Cgil – Cisl Fp e Uil Fpl della Lombardia hanno scritto ai vertici dell’Assessorato regionale al Welfare.

“Abbiamo chiesto un intervento immediato di Regione dopo aver ricevuto segnalazione che diverse aziende sanitarie starebbero computando le ore aggiuntive per l’emergenza Covid solo al personale infermieristico e non invece a tutte le operatrici e le operatori. Così non va! L’accordo va rispettato, diversamente agiremo di conseguenza” afferma Gilberto Creston, segretario Fp Cgil Lombardia.

Il sindacalista aggiunge che a Regione sono state chieste informazioni anche in merito a come sta procedendo il reclutamento degli operatori sanitari nei due hub fieristici. “Vogliamo sapere, in particolare, se questo personale sta venendo coinvolto su base volontaria, come da noi più volte ribadito,  o con altri criteri – specifica -. Infine abbiamo chiesto a Regione di insistere perché il Protocollo sicurezza anti Covid venga applicato in tutte le strutture, con la costituzione dei comitati ad hoc cui dovranno partecipare membri delle rappresentanze sindacali aziendali e dei rappresentanti alla sicurezza”.