14 Jun 2024
HomeMilanoPersonale Civile Ministero Difesa / Raffaele Manzo confermato coordinatore Fp Cgil Lombardia

Personale Civile Ministero Difesa / Raffaele Manzo confermato coordinatore Fp Cgil Lombardia

Raffaele Manzo

“Senza nuove assunzioni il rischio vero è di arrivare ad appaltare diversi servizi”, denuncia il sindacalista

26 sett. 2023 – Raffaele Manzo è stato riconfermato coordinatore regionale Fp Cgil Lombardia per il personale civile del Ministero della Difesa.

Lo abbiamo contattato per fare il punto sulle problematiche sindacali in corso.

Da cosa partiamo? “Come per tutte le pubbliche amministrazioni, il depauperamento degli organici nel corso degli anni porta tante difficoltà anche al personale civile del Ministero della Difesa. Stiamo chiedendo concorsi perché si stanno perdendo diverse professionalità, soprattutto tecniche. Le lavoratrici e i lavoratori sono pochi, non riescono a trovare il tempo necessario per passare le competenze e intanto c’è chi va in pensione. Se non si risolve il problema, il rischio vero è l’appalto di diversi servizi, con maggiori esborsi da parte del Ministero – risponde Manzo -. Da qui l’importanza di rilanciare la nostra rivendicazione per un piano straordinario di assunzioni nelle Pa”.

La carenza di organici quant’è? “Avere i dati è sempre stato un grosso scoglio ed è una battaglia di lungo corso della Fp Cgil: i dati del personale civile sono secretati. Di recente siamo riusciti, non trovando risposte a livello dirigenziale, a trovare l’impegno, in merito, di una figura politica, il sottosegretario al Ministero della Difesa. Peraltro il tema degli organici si lega anche a un’altra questione”.

Quale? “Il nuovo contratto nazionale delle Funzioni Centrali ha creato le nuove famiglie professionali, dando così l’opportunità di avere, oltre che le progressioni orizzontali (per le differenze stipendiali nella stessa area), anche quelle verticali (il ‘salto’ in un’altra area). Senza i dati sulle piante organiche non riusciamo però a definirle nel contratto integrativo. Ma staremo sempre a fianco delle colleghe e dei colleghi, per arrivare anche a questo risultato”.

Altro? “Il nostro contratto nazionale integrativo è stato firmato qualche giorno fa ed è in attesa della convalida degli organi di controllo. Come dicevo prima, nel contratto sono previste le progressioni orizzontali. Ma anche una parte di welfare. E questo è un tema molto sentito dalle lavoratrici e lavoratori cui ogni anno viene dato un bonus per elevare la preparazione culturale (in sostanza dei buoni per acquistare libri) ma finora non uniforme nel Paese, legato com’era a ogni ente. Ebbene – specifica in chiusura – nel contratto integrativo viene stabilito che dal 2024 questo bonus avrà lo stesso valore su tutta l’area nazionale”.

assemblea personale civile difesa Fp Cgil MilanoLa conferma di Manzo come coordinatore Fp Cgil Lombardia è stata comunicata da Dino Pusceddu, segretario regionale, nel corso di un’assemblea organizzata dalla categoria milanese, con il segretario Cesare Bottiroli, presso la Caserma 3 Ce.Ri.Mant. Alla riunione hanno partecipato anche Marco Campochiaro, neo nominato coordinatore Fp Cgil Nazionale per il Ministero della Difesa, e Massimiliano Prestini che, passando il testimone, resta funzionario sindacale.

“Col prezioso lavoro di Raffaele possiamo continuare a tutelare le lavoratrici e i lavoratori della Difesa”, ha sottolineato il segretario regionale Pusceddu. Parlando così della mattinata: “All’assemblea abbiamo ascoltato e discusso con le lavoratrici e i lavoratori in merito alla piattaforma della Cgil per il confronto con il Governo. Grazie alla presenza dei nostri nazionali Fp, sono stati dati anche aggiornamenti sullo stato delle trattative con il Ministero della Difesa. Stiamo contrattando con l’Amministrazione perché, nonostante gli ostacoli, ossia gli inaccettabili ritardi nelle informazioni sindacali, si arrivi a una piena applicazione del contratto nazionale. Manifesteremo a Roma il 7 ottobre anche per queste rivendicazioni, per e con queste lavoratrici e lavoratori”.