16 Apr 2024
HomePubblicazioneFedercasa / Il 20 febbraio in sciopero per un contratto economicamente dignitoso

Federcasa / Il 20 febbraio in sciopero per un contratto economicamente dignitoso

banner sciopero

In Lombardia ieri i sindacati hanno incontrato l’Assessore regionale alla Casa e Housing sociale. Pusceddu (Fp Cgil): “Continuiamo a rivendicare un rinnovo contrattuale che tuteli dall’inflazione e riconosca la professionalità delle lavoratrici e lavoratori”

volantino unitario13 feb. 2024 – La mobilitazione che culminerà nello sciopero del 20 febbraio va avanti, con le assemblee delle lavoratrici e lavoratori degli enti cui viene applicato il contratto Federcasa e le iniziative sul territorio.

In Lombardia, Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl lunedì 12 febbraio hanno incontrato l’Assessore regionale alla Casa e Housing sociale Paolo Franco, dopo aver richiesto nelle scorse settimane un incontro con Regione.

Perché? “Regione Lombardia controlla le Aler, le aziende dell’edilizia residenziale pubblica e ne nomina i presidenti, oltre a indirizzare le politiche occupazionali e pagare la manutenzione degli immobili – spiega Dino Pusceddu, segretario Fp Cgil Lombardia -. Per questo abbiamo chiesto e ottenuto l’incontro di ieri, dove abbiamo anche discusso della proposta che Federcasa, nella stessa mattinata, ha inoltrato alle nostre federazioni nazionali e ai presidenti della Conferenza Stato-Regioni, con la quale mette sul piatto del rinnovo contrattuale un incremento massimo del 6 %, avanzando l’istanza di recuperare risorse economiche straordinarie attraverso tavoli ‘politici”.

E l’Assessore? “Ha prima detto che Regione Lombardia non è stata mai interpellata da Federcasa e poi evidenziato che Regione provvede alle Aler”, risponde Pusceddu, cogliendo il “gioco delle parti” in corso in questa partita. Ma “l’Assessore si è anche impegnato a richiamare le organizzazioni sindacali a breve giro, dopo aver parlato con i presidenti delle aziende e la Conferenza-Stato Regioni per fare il punto delle varie richieste di parte – aggiunge il dirigente sindacale -. Noi abbiamo ribadito le nostre rivendicazioni per un rinnovo contrattuale che tuteli dall’inflazione e riconosca la professionalità delle lavoratrici e lavoratori impegnati in questo delicato e complesso ambito”.

Come è organizzato lo sciopero del 20 febbraio? “Ci saranno presidi davanti alle Aler territoriali, sventoleranno le bandiere sindacali. Come segreterie regionali, con una delegazione sindacale dell’azienda più grande, quella di Milano, dalle ore 10 alle 12 saremo in presidio davanti alla Prefettura, in Largo 11 Settembre (angolo via Vivaio), avendo anche chiesto di essere ricevuti dal Prefetto”.