16 Apr 2024
HomeBergamoVerso lo sciopero del 20 febbraio / L’Assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori di Aler Bergamo-Lecco-Sondrio

Verso lo sciopero del 20 febbraio / L’Assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori di Aler Bergamo-Lecco-Sondrio

Assemblea all'Aler di Bergamo

Molto partecipata l’assemblea organizzata dalla Fp Cgil e dalla Uil Fpl di Bergamo, rispettivamente con la funzionaria Laura Vecchi e il segretario Antonio Montanino. Erano anche presenti, per la Fp Cgil, il segretario regionale Dino Pusceddu e la segretaria nazionale Giordana Pallone

13 feb. 2024 – Alta l’adesione all’assemblea che Fp Cgil e Uil Fpl orobiche hanno organizzato oggi con le lavoratrici e i lavoratori dell’Aler Bergamo-Lecco-Sondrio in preparazione dello sciopero nazionale di martedì 20 febbraio per rivendicare il rinnovo del contratto Federcasa.

È necessario cambiare il paradigma e considerare le lavoratrici e i lavoratori delle Aler un valore e non un costo, visto che garantiscono un servizio pubblico fondamentale, qual è la gestione dell’edilizia residenziale pubblica, del patrimonio immobiliare pubblico e dei servizi abitativi pubblici, a tutela dei cittadini più fragili -, ha detto Laura Vecchi, sindacalista della Fp Cgil Bergamo -. Ridare dignità alle lavoratrici e ai lavoratori significa investire risorse congrue per i rinnovi contrattuali, in particolare adeguando il tabellare ben oltre la soglia del 6% proposto in ultima istanza dalla parte datoriale. Significa valorizzare il personale con le progressioni economiche e di carriera, oltre che garantire il potenziamento degli organici con le assunzioni. È inaccettabile – aggiunge Vecchi – che Federcasa ponga l’aut aut di scegliere se mettere le risorse economiche nel rinnovo contrattuale o nella manutenzione degli immobili. Il servizio pubblico non esiste senza le lavoratrici e i lavoratori: questo sciopero è necessario e lo sosterranno con convinzione”.

All’assemblea ha partecipato anche il segretario Fp Cgil Lombardia Dino Pusceddu. “Unitariamente, il 12 febbraio, abbiamo incontrato l’Assessore regionale alla Casa e Housing Sociale per illustrargli le ragioni della nostra lotta. Le Aler sono controllate da Regione Lombardia che ne nomina i presidenti, detta la linea sulle assunzioni e finanzia la manutenzione e riqualificazione del patrimonio immobiliare – ha evidenziato -. Dall’incontro abbiamo ottenuto l’impegno dell’Assessore a interloquire con la Conferenza Stato-Regioni e la dirigenza delle Aler lombarde per fare sintesi, in un breve arco di tempo, delle varie richieste di parte”.

L’intervento della segretaria nazionale Fp Cgil Giordana Pallone ha restituito in modo puntuale le criticità della trattativa nazionale con Federcasa, con una proposta di rinnovo contrattuale irricevibile. “Le lavoratrici e i lavoratori stanno dimostrando, in queste settimane di assemblee molto partecipate, che il contratto collettivo nazionale di lavoro lo vogliono rinnovare ma che non sono disposti ad accettare proposte che non valorizzino la loro professionalità e che non prevedano un incremento economico adeguato a riconoscere la centralità del lavoro che quotidianamente svolgono per avere cura del patrimonio immobiliare pubblico e per dare risposte alla popolazione più vulnerabile”, ha dichiarato la dirigente sindacale.